Alejandro Jodorowsky Mappa Dei Segreti Familiari

Alejandro Jodorowsky: Mappa Dei Segreti Familiari

Tutte le famiglie hanno segreti, anche le più comuni, perché tutti gli esseri umani fanno cose di cui poi si pentono. Li mettono a tacere. Quando qualcuno mi dice: “Non ci sono segreti nella mia famiglia” penso: “Solo che non l’hai ancora scoperto”.

Il segreto è come un animaletto immortale che è nascosto in una generazione, ma che riapparirà nelle generazioni successive sotto una forma abilmente camuffata. Per vergogna, per proteggere i loro figli o per varie paure, ci sono fatti e circostanze che le famiglie cercano di non far venire alla luce. Questi segreti formano una struttura che sarà trasmessa in modi diversi alle generazioni successive.

Le più comuni riguardano la malattia mentale, l’omicidio, il suicidio, lo stupro, l’omosessualità, l’incesto, la prostituzione, l’esilio, la prigione… Spesso si manifestano nei discendenti attraverso incidenti, fobie, ripetizioni, psicosi, autismo, malattie congenite che colpiscono gli organi di senso, cisti… Per esempio, una ragazza perde la sua verginità per caso (un fucile giocattolo le si conficca nell’imene) nella stessa data in cui la sua bisnonna fu violentata, un fatto che fu tenuto segreto generazione dopo generazione.

L’autorealizzazione di ogni membro dell’albero e il vivere nell’autenticità ha un grande valore profilattico per la salute dei nuovi frutti che nasceranno.

Cos’è la famiglia?
La famiglia è la cosa permanente, c’era prima del nostro arrivo, noi le apparteniamo finché viviamo e continuerà ad esistere dopo di noi. È una generazione composta da persone che camminano con almeno due generazioni di morti sulla schiena fino al traguardo, dove è il loro turno di salire sulla schiena della prossima generazione di vivi.

Sono io la mia famiglia?
Ricordiamo che dal punto di vista della psicogenealogia, ognuno di noi è abitato dalle tre generazioni che ci precedono, il che fa un minimo di quattordici persone. Da questa prospettiva, consideriamo che i segreti mantenuti in una generazione sono una fonte malsana di traumi e conflitti per quelli che vengono dopo, “è acqua sporca”.

C’è un legame tra la malattia e i segreti di famiglia?
La relazione tra malattia e segreti di famiglia è abbastanza evidente nello studio degli alberi genealogici. La famiglia è come una pentola psicologica piena di segreti, tabù, silenzi, vergogna. Ci sono omicidi, pazzie, furti, infedeltà, carcerazioni, incesti, abusi… Così, la malattia non è la soluzione del problema, ma un invito ad affrontare un conflitto familiare che è stato tenuto segreto.

Quali cose, a livello psicogenealogico, portiamo nel nostro corpo?
Sul lato destro… c’è l’eredità paterna.
Lato sinistro… eredità materna
Il grembo… la madre
Problemi alla schiena… un peso per i padri
Genitori divorziati o separati…dita dei piedi separate
Paura della sessualità…bacino spostato all’indietro
Non amato… petto indurito e insensibile

Se non uso le parole per manifestare il mio dolore, lo esprimerò con il mio corpo?
Anne Ancelin Schützenberger lo ha studiato a fondo: “Lutti non fatti, lacrime non versate, segreti di famiglia, identificazioni inconsce e lealtà familiari invisibili” camminano su figli e discendenti. “Ciò che non è espresso dalle parole è espresso dai dolori”. O per incidenti, come nel caso di una pronipote che perde la verginità per caso a sette anni (giocando a salto con l’asta) e, studiando il suo albero, scopre che la sua bisnonna era il frutto di uno stupro, concepito nella stessa data dell’episodio.

Come puoi osservare i segreti nell’albero genealogico?
Quando l’albero vuole rivelarvi un segreto, crea una struttura, qualcosa che si ripete, per attirare la vostra attenzione. Per esempio un appuntamento che si ripete, uno stile di scelta del partner, incidenti con ingredienti simili. Questi segreti sono tenuti per vergogna, pudore, per proteggere i bambini o per proteggersi dalla società.

Nella psicogenealogia, si considera che i segreti mantenuti in una generazione sono una fonte malsana di traumi e conflitti per le generazioni successive. Conosciamo anche il potere della comunicazione non verbale, se qualcuno di fronte a voi tace su un’informazione importante, prima o poi si tradurrà in qualche gesto inconscio. I segreti devono essere svelati se sono del presente o guariti con tecniche psicomagiche se sono del passato. L’importante è farlo nel modo e nel momento giusto.

Anne Ancelin Schützenberger: “Lutti non fatti, lacrime non versate, segreti di famiglia, identificazioni inconsce e “fedeltà familiari invisibili” camminano su figli e discendenti. “Ciò che non è espresso dalle parole è espresso dai dolori”.
Freud: “Colui le cui labbra tacciono, conversa con la punta delle dita”. Si tradisce attraverso ogni poro”. Claudine Vegh: “È meglio conoscere una verità, anche se è difficile, vergognosa o tragica, che nasconderla, perché ciò che viene taciuto viene subordinato o indovinato dagli altri, e questo segreto diventa un trauma più grave a lungo termine”.

Come possiamo renderci conto che c’è un segreto nel nostro albero?
Quando l’albero vuole rivelarvi un segreto, crea una struttura, qualcosa che si ripete, per attirare la vostra attenzione. Per esempio una data che si ripete, uno stile di scelta dei mariti, incidenti con ingredienti simili.

Perché ogni albero genealogico conserva i suoi segreti?
Tra le altre cose, per vergogna, pudore, per proteggere i bambini o per proteggersi dalla società.

Ci sono alberi sani?
A rischio di sbagliarmi, sembra che non ci siano alberi sani perché viviamo in una società malata.

In cosa consiste la guarigione dell’albero genealogico?
La guarigione dell’albero consiste nel rimuovere la ripetizione, nel comprenderla o nel ripeterla in modo positivo.

Alejandro Jodorowsky

About Neuro Emotivo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: