Settembre 25, 2021
psicologie comprovate per affrontare la rabbia repressa

Consigli psicologici per affrontare la rabbia repressa e migliorare la tua vita

Il seguente articolo riguarda le trappole emotive che portano alla rabbia repressa e come evitarle. La prima sezione spiegherà brevemente la psicologia delle emozioni e i pensieri negativi che sperimentiamo quotidianamente. Successivamente, darà una breve spiegazione per ogni emozione e si concluderà con alcuni consigli su come evitare qualsiasi tipo di rabbia.

La rabbia repressa può essere un problema a lungo termine in quanto può essere soppressa per anni o addirittura decenni prima di venire finalmente a galla. Questo può portare a depressione, ansia e altri problemi sociali. Ma non sono solo quelli con problemi di salute mentale a provare questa emozione; è qualcosa che tutti sperimentano ad un certo punto della loro vita,

Le emozioni sono una risposta umana a stimoli esterni o interni. Le emozioni di una persona possono essere percepite nel suo corpo e nei suoi pensieri e queste emozioni possono essere positive, negative o entrambe.

Che cos’è un’emozione?

Un’emozione è una risposta umana a stimoli esterni o interni. La risposta emotiva della persona può essere percepita nel suo corpo e nei suoi pensieri; queste risposte possono essere positive, negative o entrambe. Le emozioni sono uno degli aspetti più importanti della nostra vita perché rendono la vita degna di essere vissuta.

cos’è la rabbia repressa?

Il termine “rabbia repressa” è stato coniato per la prima volta dallo psicoanalista Sigmund Freud nel 1917 ed è stato alla base della sua teoria della psicodinamica. Questa teoria afferma che i problemi psicologici derivano da conflitti irrisolti e sentimenti della prima infanzia e che questo porta all’autoinganno, che alla fine porta a problemi come la depressione o l’ansia.

Come affrontare la rabbia repressa e gli effetti negativi della sua repressione

Sopprimere la rabbia repressa non è una buona idea ed è spesso causa di ipertensione e malattie cardiache. Può anche portare a ulcere allo stomaco, spasmi muscolari e mal di testa. Il modo migliore per affrontare la rabbia repressa è elaborarla attraverso la terapia cognitiva o attraverso esercizi di respirazione profonda. Costruire una tolleranza alla rabbia lasciandoti arrabbiare finché non fai nulla di dannoso aiuta anche tu.

Buone azioni che potrebbero aiutarti ad affrontare la rabbia repressa

Ci sono molti suggerimenti e trucchi diversi che puoi usare per aiutarti a gestire la rabbia repressa. Ad esempio, la meditazione consapevole è un ottimo modo per distogliere la mente da fattori di stress e pensieri negativi. Coinvolgere te stesso in attività che coinvolgono la consapevolezza è un altro ottimo modo per liberare la rabbia repressa. La meditazione può essere fatta ovunque, in qualsiasi momento; non richiede alcuna attrezzatura o persone aggiuntive.

Un’altra tecnica per liberare la rabbia repressa è l’attività fisica, come correre sul tapis roulant o giocare a basket con gli amici. L’attività fisica rilascia endorfine che ti daranno una sensazione di euforia e diminuiranno i livelli di stress.

Esistono consigli psicologici comprovate che possono aiutarti ad affrontare la rabbia repressa e migliorare la tua vita:

  • Gestione della rabbia: questo è un processo per imparare a controllare ed esprimere la rabbia.
  • Meditazione: si tratta di controllare la mente e i pensieri calmandosi.
  • Consapevolezza: si tratta di essere consapevoli di ciò che sta accadendo ora nel momento presente.
  • Concentrarsi sui punti di forza: si tratta di pensare a quelle cose che ti portano gioia, appagamento e soddisfazione rispetto a quelle cose che ti fanno arrabbiare.

E infine, l’inserimento nel diario della gratitudine: questo processo prevede la scrittura da tre a cinque eventi positivi o persone nella tua vita ogni giorno. Il modo migliore per affrontare la rabbia repressa è elaborarla attraverso la terapia cognitiva o attraverso esercizi di respirazione profonda. Costruire una tolleranza alla rabbia lasciandoti arrabbiare finché non fai nulla di dannoso aiuta anche tu.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: