FILM BUDDISTI PER APPREZZARE L'IMPORTANZA DELLA VITA

6 Film sul Buddismo Per Apprezzare L’Importanza Della Vita

Il buddismo è un modo di vita, un metodo per ottenere l’illuminazione spirituale fondato sul lavoro della mente e lo studio di noi stessi. È così che Sidharta Gautama è diventato Buddha, quell’essere illuminato che in teoria potremmo diventare tutti noi praticando la meditazione, per essere in grado di vedere il mondo in modo consapevole. Ecco alcuni film buddisti per aiutarvi a capire un po’ di più sulla filosofia buddista.

La visione del buddismo va oltre l’adorazione di un essere onnipotente e vale la pena cercare di capire la complessità di questa dottrina filosofica, più che religiosa, attraverso alcuni film.

La filosofia buddista può essere un grande alleato in tempi di incertezza e ansia. Se senti il bisogno di riconnetterti con te stesso, ritrovare la pace e iniziare il cammino verso la felicità, ecco 6 film buddisti che potrebbero aiutarti.

Film Buddisti Che Ti Insegneranno A Valorizzare Quello Che È Importante Nella Vita

1. Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera (2003)

Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera (2003)

Un vecchio e un giovane monaco riflettono sulle stagioni dell’anno, facendo una perfetta analogia sulla vita e il cambiamento dell’uomo. L’unica costante sembra essere una capanna eterna che galleggia su un lago circondato da montagne e paesaggi di straordinaria bellezza.

2. Sotto le rovine del Buddha

La storia di una bambina afgana ci mostra il mondo contraddittorio in cui l’Oriente si è immerso. Le statue del Buddha sono state distrutte; una rappresentazione simbolica di un mondo che cerca di distruggere gli ideali di una parte della popolazione per dominarla. La piccola Baktay si batterà per andare a scuola, ma le viene impedito a causa delle persecuzioni di cui sono vittime soprattutto le donne.

Sotto le rovine del Buddha

Perché Buddha dovrebbe esplodere per la vergogna? Questa storia mostra un mondo in cui credenze e diritti, come il diritto all’istruzione, sono violentati nella nostra vita quotidiana. D’altra parte, ci mostrerà come un forte spirito, come questa bambina, farà di tutto per realizzare i suoi sogni.

3. Samsara (2011)

La parola “samsara” viene dal sanscrito ed è usata per descrivere il ciclo della vita formato da nascita, morte e reincarnazione. Sulla stessa linea, il direttore Ron Fricke -Baraka o Cronos- propone un peculiare viaggio visivo e sonoro attraverso la vita.

Samsara (2011)

Questo film tratta della crisi che un monaco buddista attraversa dopo aver trascorso anni in isolamento sotto i rigidi insegnamenti all’interno di un monastero e le rotture interne che attraversa quando decide di andarsene per una vita “normale”. È un insegnamento bello e difficile per un uomo che passa dall’essere un monaco che si rifiuta di amare, al processo di innamoramento in coppia e anche di diventare padre.

Samsara ci insegnerà attraverso il suo personaggio scontento che le lezioni del buddismo non si trovano nel monastero o nell’isolamento della meditazione isolata dal mondo; la sfida del buddismo è proprio quella di applicare i suoi insegnamenti ai conflitti della vita quotidiana.

4. Milarepa (2006)

Milarepa è il film che racconta la storia di un monaco che è realmente esistito. La storia del grande maestro yogi tibetano è raccontata magistralmente, i “Centomila Canti di Milarepa” sono i versi per i quali questo monaco divenne famoso e con i quali mostrò la via dell’illuminazione.

Milarepa (2006)

La famiglia di Thopaga era ricca, ma dopo la morte del padre la sua fortuna cambiò. Una coppia di zii aveva promesso di prendersi cura della vedova e dei due figli dell’uomo, ma li hanno lasciati in povertà e li hanno trattati come schiavi. Su richiesta della madre, il giovane Thopaga (che in seguito si chiamerà Milarepa) imparò a dominare la magia nera e si vendicò dei loro maltrattamenti. Contemplando i danni del suo lavoro, intraprende un viaggio personale per ripulire il suo karma. Un film che mostra gli insegnamenti di quest’uomo che, per la sua strada, ha raggiunto l’illuminazione.

5. Un Buddha (2005)

È la storia di un giovane che, inserito nel mondo della grande città, si sforza di eludere e rimandare sistematicamente il suo particolare e profondo bisogno spirituale, il disperato desiderio della sua anima di sapere chi è. La perdita, la disillusione e la tragedia lo spingono irrimediabilmente nell’abisso delle pratiche ascetiche, abbandonando completamente la sua vita, il suo ambiente, il suo cibo, e scuotendo profondamente il mondo delle persone che lo circondano.

Un Buddha (2005)

6. Zen (2009)

Questo film è ispirato alla vita di Dogen Zenji, il più importante maestro che ha portato gli insegnamenti Zen in Giappone e ha fondato la scuola Soto nel XIII secolo. Da bambino, Dogen soffrì la perdita dei suoi genitori, una situazione che gli causò un grande dolore e lo portò a cercare la via dell’illuminazione in età molto giovane, quando entrò in un monastero. L’essenza di questo film è mostrare il percorso di un uomo comune verso l’illuminazione attraverso la meditazione Zen, come un modo unico e vero per trovare se stessi. Questo maestro è stato l’ispirazione per migliaia di buddisti non solo in Giappone ma in tutto il mondo.

Zen (2009)

Un film che può avvicinarvi ai principi fondamentali del buddismo e che, al di là dei tempi e dei territori, sono insegnamenti che possono portare qualsiasi essere umano all’incontro con se stesso.

Questi film vi porteranno in un viaggio attraverso gli insegnamenti migliori del buddismo. Per il buddismo, il corpo e la meditazione sono il modo in cui si realizza l’illuminazione, il modo e il mezzo con cui si può essere in connessione con se stessi e con l’armonia dell’universo.

Comprendere la propria impermanenza ti darà la serenità di vivere con i cambiamenti nel tuo percorso solo come stagioni della vita.

About Neuro Emotivo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: